Esequie di Cosimo II

Giulio Strozzi, Esequie fatte in Venetia dalla Natione fiorentina al Serenissimo d. Cosimo II quarto gran duca di Toscana il di 25 maggio 1621, Venezia, 1621.

Le esequie di Cosimo II, figlio di Ferdinando I de’ Medici e di Cristina di Lorena, furono celebrate a Venezia in effigie, cioè in assenza del defunto, nella chiesa domenicana dei SS. Giovanni e Paolo, su iniziativa di quei «signori Fiorentini, che per loro negotij s’intrattengono nella città di Venetia». La cerimonia fu organizzata da Michelangelo Baglioni, vice console della Nazione Fiorentina, con la collaborazione di Francesco Bonsi, nipote del cardinale, di Carlo Strozzi e di Giulio Strozzi, che è anche l’autore dell’Orazione recitata nello stesso giorno e ideatore dell’apparato iconografico illustrato nel testo.

Il frontespizio inciso riproduce l’architettura allestita per la cerimonia funebre, che utilizzava i motivi funerari degli apparati cinquecenteschi fiorentini medicei, come gli scheletri che sorreggono lo stemma dei Medici, coronato e sormontato dal giglio fiorentino. Tra le incisioni figura la riproduzione del catafalco, circondato da quattro statue in stucco, raffiguranti la Toscana, Firenze, Pisa e Siena.

Biblioteca Umanistica, sede di Lettere - Fondo Bardi

Scheda catalografica in OneSearch